Regolamenti

PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, SUSSIDI E AUSILI FINANZIARI
Art.1
Nel quadro della realizzazione delle finalità statutarie la Società potrà procedere alla concessione,
ad Enti o Istituzioni (sia pubbliche sia private) e/o a persone, di sovvenzioni, contributi, sussidi ed
ausili finanziari per favorire l’assistenza di minori o minorati, di ambo i sessi, bisognosi
materialmente o moralmente.
Art.2
2.1 Condizione per poter risultare beneficiari delle erogazioni economiche in argomento è, per gli
Enti o Istituzioni, di aver tra le proprie finalità statutarie l’assistenza a minori o minorati bisognosi;
per le persone, di trovarsi nella situazione di effettivo espletamento di detta assistenza.
2.2 Tali condizioni dovranno essere adeguatamente documentate.
Art.3
3.1 Gli interessati alle e1argizioni dovranno, a tal fine, presentare esplicita richiesta scritta, firmata
dal legale rappresentante dell’Ente o della persona affidataria (o responsabile) del minore,
specificando i motivi della richiesta nonché i criteri di massima di utilizzazione o destinazione dei
fondi ed allegando alla richiesta stessa la più ampia documentazione possibile che ne comprovi lo
stato di bisogno e/o di malattia del minore (o dei minori).
3.2 In tale ultima ipotesi la documentazione dovrà comprendere la certificazione delle competenti
autorità sanitarie (ospedali, USL o Direttore sanitario dell’Ente);.
Art.4
4.1 Il Consiglio Direttivo esaminerà le domande valutandole in relazione alla natura e dell’entità dei
bisogni e procederà, in linea di massima due volte l’anno, alla concessione dei benefici, beninteso
sulla base delle risorse dell’Opera Pia, provenienti da proprie rendite.
4.2 I benefici, pertanto, potranno essere disposti soltanto allorquando sussista adeguata copertura e
disponibilità finanziaria.
4.3 Alla materiale elargizione provvederà, in esecuzione della deliberazione del Consiglio Direttivo,
l’istituto di credito dell’Opera.
Art.5
Nel dimensionare la misura delle elargizioni il Consiglio Direttivo opererà in modo da evitare
polverizzazioni o eccessive frammentazioni degli stessi sì da realizzare, per quanto possibile,
interventi proficui ed adeguati cui si intenda contribuire in modo congruo ed utile.
Art.6
Chiunque abbia interesse a presentare domanda per le elargizioni in parola può chiedere di prendere
visione del presente Regolamento.